Consigli per finire più forte

Stampa

PREPARARSI FISICAMENTE

IL METODO DI GEBRSELASSIE

Recordman sulla distanza della Maratona

 

Finire forte: “Gebre” due volte campione olimpico sui 10.000 metri, detentore del record del mondo sulla maratona, conosce l’argomento. Dopo una sconfitta nel 2006, nel tentativo di battere il record su questa distanza, per aver ceduto negli ultimi 5 km. Hailé prese una decisione: non solo correre sistematicamente un 10.000 in pista in preparazione alla maratona, ma in aggiunta di fare delle uscite di 3 ore a 3.000 metri di altitudine ed aumentando la velocità ogni 10km. Tranquillizzatevi, i suoi consigli per gli amatori sono più “umani”   : “Piuttosto che un uscita settimanale lunga tradizionale, raccomando di fare una settima su due un’uscita più corta, ma alla vostra andatura obiettivo. Dopo un riscaldamento ben fatto fate prima 6 km alla vostra velocità di maratona. Poi, ogni 15 giorni, aggiungete 3 km a quest’uscita, fino a farne 20 totali alla vostra velocità obiettivo.  Il giorno dopo tale uscita completerete con 1h30 di resistenza con corsa facile e lenta. Le altre settimane, fareste le vostre uscite solite meno veloci, ma, così, avrete preso l’abitudine di correre più a lungo e più veloce e quindi finirete le vostre gare più velocemente”

 

IL METODO KARA GOUCHER

MARATONETA AMERICANA

 

Terza alla maratona di New York del 2008 in 2h25mn 53s, l’americana Kara Goucher è anche una specialista su pista sulla distanza dei 5.000m e 10.000 m.  In scia della Paula Radcliff (prima in 2h23 mn 56s) fino al 30km, ha dovuto completamente rallentare in seguito essendo poi costretta a ritrovare tutte le energie nervose a Central Park per finire correttamente. E addirittura per finire semplicemente la gara. Subito dopo la corsa spiegò: “I 10 km finali sono stati terribili, ho pensato che sarei morta, ma mi sono aggrappata per riuscire a tenere questa terza posizione. Nella mia testa, ho cercato di avere pensieri positivi, mi sono detta: - Ci sei ormai, devi arrivare al traguardo, sulla pista in genere riesci, qui è lo stesso. Salirai sul podio - .” In poche parole nella testa di Kara, solo pensieri positivi, nonostante la sofferenza che provava. Nonostante comunque aggiunse con humor: “Visto che sono riuscita a tagliare il traguardo, terza, e ancora in vita avevo solo un pensiero in testa : Ricominciare”.